Ti dono una consonante

Autori: Cicos

Realizzato il: 2009-05-08

È sera, due amici s’incontrano dopo lungo tempo e camminando assieme parlano delle loro vite.
Sono Nanno e Tiràno.
“Sai Tirano – comincia Nanno – la vita mi è dura!”
“Dimmi, dimmi” incalza il curioso Tiràno.
“Molte cose mi sono difficili, come per esempio prendere gli oggetti dagli alti scaffali del supermercato, Tiràno! E come se non bastasse i commessi non m’aiutano, anzi, mi deridono e m’apostrofano sempre con continui ‘Si arrangi’ ” e intanto il povero Nanno, finché racconta sospira sospiri di sconforto.
La sua narrazione continua “Non riesco neanche ad accedere alle giostre più belle, perché non arrivo all’altezza minima…” il povero Nanno è affranto e l’amico inizia la sua storia
“Caro Nanno, amico mio caro, pure io ho difficoltà! Parlo, dico, chiedo, ordino, ma nulla mi torna indietro. Tutti mi snobbano, non si curano di me e fanno com’io non ci fossi e non esistessi!”
A quel punto Nanno s’interrompe nel passeggio ed esclama “Io ti posso aiutare, ho la soluzione! Ti dono una consonante!” e Tiràno
“Sì, esatto! Infatti mi ricordo che da piccini, giocando, tu mi rubasti la enne e non me la rendesti più!”
“Tiràno, ti dono la enne, la tua enne!”.

Così da quel momento Nanno diventò Nano e la gente non lo scherniva più per la sua bassezza, riconoscendolo subito e Tiràno ritorno Tiranno e riusciva ad ottenere tutto ciò che ordinava senza sforzo.